htIcons: dagli anni Settanta alla Pop 2.0http://www.okarte.it
Chiusura 29/07/2017
di Marta Lock
E’ tutta dedicata alla Pop Art la mostra appena inaugurata presso la galleria Deodato Arte, aperta fino al 29 luglio 2017. Il percorso espositivo è arricchito dalla presenta di disegni e serigrafie dei grandi nomi del movimento popolare esploso negli anni Settanta e che, pur avendo subìto trasformazioni, adattamenti e attualizzazioni, è ancora vivo nella contemporaneità.
via Santa Marta 6, Milano mappa
Inaugurazione 15/06/2017
Icons: dagli anni Settanta alla Pop 2.0

di Marta Lock

E’ tutta dedicata alla Pop Art la mostra appena inaugurata presso la galleria Deodato Arte, aperta fino al 29 luglio 2017. Il percorso espositivo è arricchito dalla presenta di disegni e serigrafie dei grandi nomi del movimento popolare esploso negli anni Settanta e che, pur avendo subìto trasformazioni, adattamenti e attualizzazioni, è ancora vivo nella contemporaneità.

Keith Haring, Andy Wahrol, Brainwash, assolutamente statunitensi, affiancano e sembrano voler fare l’occhiolino ai grandi esponenti del rivoluzionario movimento artistico appartenenti ad altri paesi del mondo in cui l’arte di strada, l’arte popolare, ha avuto ampio seguito e apprezzamento: Takashi Murakami e Tomoko Nagao per il Giappone, Pao, Marco Lodola, Massimo Giacon, Mr. Savethewall e Matteo Guarnaccia per l’Italia, Felipe Cardena per la Spagna.

Artisti che hanno dato una loro visione personale della Pop Art, dove tutto è colore, brand, rappresentazione del mondo ludico del fumetto, denuncia della perdita di valori della contemporaneità e spesso contestazione dell’immagine patinata di una società che vorrebbe nascondere ciò che l’occhio attento dell’artista non può non vedere.

I lavori esposti sono ben trenta e, partendo dagli artisti più celebri arriva a esplorare il NeoPop degli anni successivi, dagli Ottanta in avanti, che racconta e si ispira ai brand dei prodotti del consumo di massa, partendo dai personaggi dei fumetti come Spiderman, Batman, Superman per arrivare alle campagne pubblicitarie e ai divi del cinema. Impossibile non restare incantati davanti ai Beatles e alle Marylin Gray di Wahrol o alle litografie di Keith Haring; miti del cinema e della carta stampata dunque costituiscono la base per le opere di Massimo Giacon che sceglie Batman come figura di riferimento, ripetuta più volte nella serigrafia Super Heroes Mix, o nell’opera di Pao Batman vs Penguin rappresentante la lotta tra l’uomo pipistrello e il suo cattivissimo antagonista; e ancora Felipe Cardena che si concentra su Spiderman in uno dei suoi lavori più belli.

Poi le ispirazioni provenienti dal mondo della cultura, del cinema e della storia dell’arte dei lavori di Mr. Savethewall, di Mr. Brainwash che utilizza la tecnica dello stencil per ritrarre una scena del celeberrimo film Il Monello di Charlie Chaplin. L’arte antica italiana diventa base di partenza per i lavori di Felipe Cardena come l’opera La dama con l’ermellino in cui emerge la tendenza a iconizzare i soggetti dei dipinti classici per rappresentarli come se fossero loro stessi delle celebrities, personaggi che devono essere riconosciuti come tali e resi noti al grande pubblico. Non può mancare anche un attento sguardo all’ecologia e all’ambiente, tema protagonista delle opere di Pao, come per esempio Pacific Trash Vortex che evoca un’isola di rifiuti galleggiante sull’oceano.
Insomma, una mostra che davvero non si può perdere per tutti gli appassionati del genere ma anche per chi desidera solo fare un salto nel mito.

ICONS: ULTIME TENDENZE NEOPOP
Galleria Deodato Arte
via Santa Marta 6, Milano
dal 15 giugno al 29 luglio 2017

ORARI
dal martedì al sabato dalle 10.30 alle 14.00
e dalle 15.00 alle 19.00

Ingresso gratuito

CONTATTI
Tel. 02-80886294
galleria@deodato-arte.it
www.deodato.com

 
Icons: dagli anni Settanta alla Pop 2.0Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 

I Video di OK ARTE, le note d'arte del critico Raimondo Raimondi

Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE Raimondo Raimondi: Il premio OK ARTE
Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond... Video - Deborah Valenti: Ritratto di una Lei - nota del critico Raimondi Raimond...
Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi Cosa è l'arte - n.2 - note d'arte del critico Raimondi Raimondi
Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi Video -Salvatore Accolla - nota del critico Raimondi Raimondi
La strana avventura di Rimbaud, alias Rambo, a Milano La strana avventura di Rimbaud, alias Rambo, a Milano
San Carlo al Lazzaretto: tra recenti restauri e antiche memorie San Carlo al Lazzaretto: tra recenti restauri e antiche memorie
A Milano una fitta agenda di appuntamenti per il Fuorisalone A Milano una fitta agenda di appuntamenti per il Fuorisalone
Gillo Dorfles e l’esperienza americana Gillo Dorfles e l’esperienza americana
Camillo Boccaccino a Brera e gli amori sacri e profani Camillo Boccaccino a Brera e gli amori sacri e profani
La primavera alla Rocca Sforzesca e alla ex Filanda di Soncino: eventi culturali... La primavera alla Rocca Sforzesca e alla ex Filanda di Soncino: eventi culturali...
Le “Femmes Fatales” di Boldini risplendono alla Galleria d'Arte Moderna Le “Femmes Fatales” di Boldini risplendono alla Galleria d'Arte Moderna
Il ritorno a Milano di due capolavori della Scapigliatura Il ritorno a Milano di due capolavori della Scapigliatura
La Certosa Garegnano: lo “scrigno d'arte” che affascinò Petrarca La Certosa Garegnano: lo “scrigno d'arte” che affascinò Petrarca
Parole da “mangiare con gli occhi” Parole da “mangiare con gli occhi”
Musei Civici di Venezia: un 2018 ricco di eventi Musei Civici di Venezia: un 2018 ricco di eventi
Vacanze Romane Vacanze Romane

Articoli archiviati