GTranslate

 

Eventi culturali nei quartieri di Milano, nuove opportunità

CULTURA. AL VIA IL PROGETTO “EVENTI NEI QUARTIERI”, SCELTI 24 LUOGHI DELLA CITTÀ PER LE INIZIATIVE La Giunta taglia le tariffe per l’occupazione del suolo pubblico e la pubblicità alle associazioni che organizzano le manifestazioni nei luoghi definiti Milano, 24 novembre 2018 – Ventiquattro piazze di altrettanti quartieri della città scelti come luoghi per la cultura e l’aggregazione, dove sarà più semplice e meno costoso per associazioni ed enti no-profit organizzare eventi pubblici. È quanto prevedono le linee di indirizzo per la realizzazione del progetto “Eventi nei quartieri”, approvate dalla Giunta. Tra le agevolazioni si trova anche un consistente taglio del canone di occupazione del suolo pubblico per gli spazi utilizzati a fini commerciali legati agli eventi. L’obiettivo è intensificare il già ricco programma degli eventi culturali milanesi ramificandoli in ogni quartiere della città.

È prevista l’estensione nei luoghi individuati dalla delibera di quegli eventi già presenti nei palinsesti comunali, come le ‘Week’ tematiche. Protagonisti del progetto saranno le associazioni senza fini di lucro, le onlus, i collettori di imprese e di sponsor che verranno supportate dai Municipi. “Da Lambrate al Corvetto, da Quarto Oggiaro alla Barona, da Baggio alla Bovisa. Da oggi sarà più facile organizzare iniziative in 24 luoghi della città per condividere nuovi momenti di aggregazione legati a proposte culturali, sportive, sociali – afferma l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. La semplificazione delle procedure e la sensibile riduzione dei costi amministrativi, unite alle maggiori opportunità di comunicazione anche in zone centralissime della città, creerà nuove occasioni di aggregazione e renderà possibile una maggiore vivacità in tutti i quartieri.

Lo sviluppo dello Sportello Unico Eventi, nato nel 2015 per agevolare operatori e associazioni durante l’Esposizione Universale, procede quindi la sua evoluzione in modo non solo più efficiente, con uno snellimento giuridico-amministrativo che facilita l’organizzazione di eventi, ma anche più inclusivo, agevolando la realizzazione di iniziative in ambiti territoriali diffusi in tutta la città”. “Con questa delibera la Giunta introduce una novità importante a favore delle associazioni ed enti del no-profit che intendano organizzare eventi nei quartieri. Lo fa attraverso un alleggerimento consistente della leva fiscale sul canone o.s.a.p e sull’imposta comunale della pubblicità – afferma l’assessore al Bilancio Roberto Tasca –.

Crediamo che questa scelta renderà meno gravoso il lavoro delle associazioni e potrà incentivare le realtà locali a farsi avanti con maggiore facilità. Purtroppo il margine di manovra del Comune sulla leva fiscale è assai limitato e può operare in confini molto stretti mentre una maggiore autonomia, soprattutto per una città come Milano, consentirebbe di avviare percorsi virtuosi”. Le agevolazioni saranno riservate ai collettori di sponsor e le imprese che si impegnano a realizzare almeno due eventi nelle 24 località selezionate. Per loro è previsto l’utilizzo di uno spazio promozionale per sei giorni in centro, l’abbattimento da a 0,2 anziché 2 del coefficiente moltiplicativo dell’o.s.a.p. e il patrocinio del Comune all’iniziativa che consente di ottenere una riduzione della metà delle tariffe dell’imposta comunale sulla pubblicità.

Pin It

Le interviste del Direttore

“Baci rubati, Covid 19”, l'arte di Galliani
A cura di Francesca Bellola

Il pittore di fama internazionale si racconta: l'infanzia,...

Read more ...
Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Read more ...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Read more ...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Read more ...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Read more ...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Read more ...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Read more ...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Read more ...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Read more ...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Read more ...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Read more ...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Remember Me

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph