GTranslate

 

Verona: Basilica di Santa Anastasia, Concerto di Natale, Sabato 22 dicembre 2018, ore 21.00

Sabato 22 dicembre 2018 alle ore 21.00, l’Orchestra ed il Coro della Fondazione Arena eseguiranno l’Oratorio di Natale “Weihnacht-Oratoriumtratto daChristus” di Franz Liszt, nella suggestiva cornice della Basilica di Santa Anastasia di Verona con i complessi musicali areniani.

La direzione è affidata al Maestro Vittorio Bresciani, pianista e direttore d’orchestra con oltre trent'anni di carriera, impegnato già in passato con Fondazione Arena al Teatro Filarmonico, che guiderà l’Orchestra ed il Coro preparato dal Maestro Vito Lombardi. Ad interpretare le parti solistiche due artisti già noti al pubblico della lirica, il mezzosoprano Alice Marini ed il tenore Gregory Bonfatti. La serata viene inoltre impreziosita da alcuni solisti di grande caratura i quali, in omaggio allo spirito festoso dell’evento, si sono offerti di partecipare allo splendido sestetto finale del brano che concluderà il concerto (“L'entrata in Gerusalemme”): Valentina Mastrangelo, Eunhee Kim, Francesco Leone, Oreste Cosimo. Ulteriore gradita partecipazione sarà quella del Coro Voci Bianche A.LI.VE. diretto dal Maestro Paolo Facincani.

Il Concerto esprime l’intento di Fondazione Arena, supportata da alcune tra le più prestigiose Istituzioni veronesi, di dialogare costantemente con la città attraverso progetti di elevata qualità artistica e spessore culturale. Nel periodo delle festività natalizie, la Fondazione desidera infatti offrire l’opportunità ai veronesi e al pubblico di ascoltare un'opera straordinaria e di alta valenza spirituale, le cui esecuzioni dal vivo sono molto rare in Italia e che la stessa città di Verona può, in questa occasione, ascoltare per la prima volta.

Il programma prevede in apertura l’esecuzione del "Oratorio di Natale", opera in cinque brani che costituisce la prima parte del monumentale Oratorio in tre parti di Franz Liszt, denominato "Christus", per concludersi con “L'entrata in Gerusalemme”, tratto dalla seconda parte del “Christus” ("Dopo l'Epifania"); una partitura dal linguaggio ricco di colori orchestrali e di potenza espressiva, di scene pastorali, di sfumature romantiche e di suggestivi momenti (come l'apparizione della stella nella marcia dei “Tre Re magi”), ma anche impregnato di reminiscenze e armonie arcaiche dal carattere fortemente religioso, che consentirà all’Orchestra, ai cantanti e ai due Cori di esprimersi al massimo delle loro potenzialità.

Le musiche saranno precedute dalla recitazione di alcuni versi tratti dall'Antico e Nuovo Testamento e da altri testi liturgici, a cura di Monsignor Signoretto, Vicario del Vescovo per la Cultura.

Il Sovrintendente sottolinea che questo Concerto è un bellissimo evento realizzato grazie al sostegno di molte realtà cittadine sensibili alla cultura quali il Comune e la Diocesi di Verona, Banco BPM - Banca Popolare di Verona, Cattolica Assicurazioni, AGSM, Bauli S.p.A., Amia e Consorzio ZAI  che hanno  creduto in un progetto di larghe intese e hanno collaborato a tutti i livelli per sostenere questo spettacolo musicale in sinergia con la Fondazione Arena. Cecilia Gasdia ringrazia sentitamente i lavoratori, il M° Vittorio Bresciani e tutti i Sostenitori per questo splendido progetto. Si tratta infatti di una imperdibile occasione per portare la musica fuori dal teatro e dai luoghi consueti della fruizione musicale, valorizzando lo splendido contesto della Basilica di Santa Anastasia magnificamente restaurata e coinvolgendo la cittadinanza in un momento particolarmente significativo come la celebrazione del Natale”.

L’entrata è libera fino ad esaurimento dei posti disponibili.


Informazioni

Ufficio Stampa Fondazione Arena di Verona – Via Roma 7/D, 37121 Verona

tel. (+39) 045 805.1861-1905 – fax (+39) 045 803.1443

[email protected]itwww.arena.it
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph