GTranslate

 

TESTAMENTO OLOGRAFO - L'EPITAFFIO NON APOCRIFO

                                  ( Roberto Zaoner)

Un giorno, un uomo disse alla propria moglie e ai propri figli:
“Cara mia moglie, cari miei figli, sapete cos’è un epitaffio? E’ un’iscrizione scalfita sul sepolcro. Ecco: io vorrei che alla mia morte voi faceste incidere dagli addetti ai lavori, sul mio, quella qui appresso:”
“Non accalcatevi ! Non fate ressa! C’è posto per tutti. Questo però è occupato dal sottoscritto. Non insistete ! Non vendibile e non cedibile”.

TESTAMENTO OLOGRAFO - LEPITAFFIO
Sarebbe, inoltre, gradevole se voi faceste intagliare, sul medesimo, un disegno che ritraesse un bicchierino di caffè freddo (che tanto mi piace, anche d'inverno, e che sorseggerò tutte le mattine), un panino ca' meusa (per chi non fosse palermitano= un panino con la milza di vitello), per pranzo, e un panino con panelle e cazzilli (per chi non fosse palermitano= panino con frittella di farina di ceci e crocchè di patate) da divorarmi la sera, ma non troppo tardi, per non incorrere in una difficile digestione a tarda serata. Il lumino del sepolcro mi farà compagnia.
Respirerò un po' d'aria fresca, farò una passeggiata a mo' di jogging, attraverso il cimitero, e poi di ritorno a casa, ehhh........volevo dire: nella mia dimora di legno ermeticamente chiusa, e da lì vi penserò. Fate corna!!


Roberto Zaoner, nato: 8 marzo 1951 – defunto: data ancora da destinarsi (il più tardi possibile, prego)

Pin It