GTranslate

 

Hong Kong Barricades, mostra fotografica

Martedì 17 dicembre tre nuovi appuntamenti nell’ambito del programma di Parla Ascolta Guarda Fai: la mostra fotografica e la presentazione del libro Hong Kong Barricades di Lele Saveri e la performance ASSEMBLY 1.5.2 di Giorgio Di Salvo e Rocco Rampino.

Martedì 17 dicembre inaugura in Triennale, alle 19.00, Hong Kong Barricades, mostra fotografica di Lele Saveri, a cura di Selva Barni/Fantom, che documenta la Rivoluzione degli ombrelli, la protesta pacifica di Hong Kong del 2014 per ottenere il suffragio universale nell'ex colonia tornata alla Cina nel 1997.

Ispirata nell’allestimento ai Freedom Walls nati spontaneamente nelle strade di Hong Kong come spazi d’informazione e libera espressione, Hong Kong Barricades si dirama negli spazi della scala brutalista costruita per Triennale nel 1964 da Carlo Ramous con gli architetti Carlo Bassi e Goffredo Boschetti. La mostra vuole essere testimonianza e omaggio di Lele Saveri “a tutti coloro che mettono a repentaglio la propria vita per combattere l'oppressione”.

L’opening della mostra Hong Kong Barricades sarà preceduto, alle 18.00, dalla presentazione dell’omonimo libro di Severi pubblicato nel 2019 dalla casa editrice Humboldt Books. Insieme al testo di Joshua Wong, leader del movimento, candidato al Nobel per la pace nel 2017, le fotografie raccolte nel volume raccontano la genesi di una lotta per la democrazia e l’emancipazione e, più in generale, contro l’oppressione.
Intervengono all'incontro: il fotografo Lele Saveri, Selva Barni curatrice della mostra Hong Kong Barricades, Giovanna Silva fondatrice della casa editrice Humboldt Books e il giornalista Antonio Talia.

Alle 21.30 seguirà ASSEMBLY 1.5.2, una performance inedita, un progetto audiovisuale, a cura di Davide Giannella, studiato e sviluppato appositamente per Triennale da Giorgio Di Salvo e Rocco Rampino. ASSEMBLY 1.5.2 si basa sullo studio della relazione tra suoni, immagini, intelligenza artificiale e interventi umani. Un’interazione tanto forte tra questi elementi e tra i due autori del progetto quanto per il pubblico della performance. Una maniera inaspettata di guardare al rapporto uomo-macchina, una riflessione sui possibili punti deboli di questa relazione visti come risorse e potenzialità interpretative del contemporaneo.

Parla Ascolta Guarda Fai è il programma diretto da Umberto Angelini, Direttore Artistico di Triennale Milano Teatro, e curato da Davide Giannella e Massimo Torrigiani/Fantom.
Parla Ascolta Guarda Fai prevede, fino a febbraio 2020, incontri, installazioni, performance, ascolti, proiezioni, laboratori e progetti dalla molteplice natura che coinvolgono direttamente il pubblico e gli spazi di Triennale.


Clicca qui per scaricare la cartella stampa completa


Informazioni
Parla Ascolta Guarda Fai

Lele Saveri
Hong Kong Barricades
A cura di Selva Barni/Fantom
Mostra: 18 dicembre 2019 – 19 gennaio 2020
Presentazione volume: 17 dicembre 2019, ore 18.00
Opening: 17 dicembre 2019, ore 19.00
Ingresso libero

Parla Ascolta Guarda Fai
ASSEMBLY 1.5.2
Multichannel Midi Suite

Un progetto di Giorgio Di Salvo e Rocco Rampino
A cura di Davide Giannella
Performance: 17 dicembre 2019, ore 21.30
Ingresso libero

Contatti stampa
Triennale Milano

Comunicazione

T. +39 02 72434241/247

[email protected]

Pin It

Le interviste del Direttore

“Baci rubati, Covid 19”, l'arte di Galliani
A cura di Francesca Bellola

Il pittore di fama internazionale si racconta: l'infanzia,...

Leggi tutto...
Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph