GTranslate

 

Treviso: SCARPA E OLIVETTI. Sinergia tra parole e progetti

artisti costruttori di pace
Chiusura 13/01/2019
Recensione di Vanessa Maggi
Sinergie di rapporti e affinità progettuale tra uno dei più noti architetti italiani del Novecento e il suo "mentore" Adriano Olivetti. Articolo di Vanessa Maggi
Centro Carlo Scarpa c/o Archivio di Stato di Treviso via Pietro di Dante 11 31100 Treviso mappa
Inaugurazione 25/05/2018

SCARPA E OLIVETTI. SINERGIE TRA PAROLE E PROGETTI
Recensione di Vanessa Maggi

https://www.carloscarpa.it/
Dove:
Centro Carlo Scarpa
c/o Archivio di Stato di Treviso
via Pietro di Dante 11
31100 Treviso
Quando: 25 maggio 2018 - 13 gennaio 2019

Dal Comitato paritetico per la valorizzazione dell’opera di Carlo Scarpa e dal MAXXI Museo nazionale delle arti del XX secolo con la collaborazione del Centro Internazionale di Studi Andrea Palladio, l’idea nasce a proposito del fruttuoso rapporto commerciale, sociale, culturale e artistico che s’instaurò tra la Olivetti e Carlo Scarpa (1956-78). I numerosi progetti, di cui molti si apprezzano ancora oggi nelle realizzazioni architettoniche di nota –(tra cui lo show-room veneziano, con Adriano Olivetti)- nella mostra, ridottissima per dimensioni ma concentrata, sono presenti con un interessante profilo sia per qualità, sia per conservazione. I progetti, le fotografie e i disegni che ne fanno parte, non soltanto celebrano il sodalizio tra i due mondi, quello del commercio e dell’arte che avrà un seguito fino ai nostri giorni, lì ancora incentrato sul rispetto delle comunità e del sociale, ma calano indietro nel tempo, soprattutto nei progetti e negli allestimenti, come quello della mostra del ’69 londinese (su incarico di British Olivetti, “Frescoes from Florence” presso la Hayward Gallery di Londra)- con gli affreschi staccati fiorentini, che al tempo post alluvione del’66, riunirono ingegni e strutture non indifferenti.
Una nota merita comunicare riguardo l’archivio Carlo Scarpa forse troppo eclissato, di cui sarebbe opportuno segnalarlo in evidenza, soprattutto durante mostre da intenditori di questo tipo, cosicché anche la gioventù universitaria possa riscoprirne un nome, quello di Carlo Scarpa, che non ammette ignoranza.


Vanessa Maggi
[email protected]
https://www.linkedin.com/in/vanessa-maggi-7b1468125


 
SCARPA E OLIVETTI. SINERGIE TRA PAROLE E PROGETTI Recensione di Vanessa MaggiPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano