GTranslate

 

Alla Galleria Bolzani, sono disponibili opere d’arte di qualità proposte a quotazioni vantaggiose

La Galleria Bolzani, nella sua storia iniziata un secolo fa tra Como 
e il centro di Milano, nelle vie Montenapoleone, Sant’Andrea, Bagutta, 
corso Matteotti ed ora nella storica via Morone, è sempre stata frequentata
non solo da amici, studiosi, ricercatori, direttori di musei e dagli artisti
che dell’Arte fanno la loro professione, ma anche da chi cerca l’Arte 
per ammirare la rappresentazione visiva di situazioni, impressioni                            
e sentimenti capaci di creare una partecipazione emotiva. 
La sede di via Morone, accanto a Casa Manzoni, nella cornice 
del cortile porticato, è un punto di incontro per quanti amano la conversazione 
con gli artisti e la visione diretta delle loro opere.
        Una imprevista attenzione, ampia e qualificata, si è manifestata 
per“Angeli” del 1882. L’opera di Gaetano Previati ora eccezionalmente 
ritrovata viene considerata ai prodromi, o meglio ai primi sintomi positivi, 
necessari nel percorso di transizione dell’arte italiana dall’Ottocento 
all’arte moderna. La tela è stata richiesta dall’estero ma si è preferito 
trattenerla per qualche tempo a disposizione di quanti potrebbero destinarla 
ad istituzioni culturali italiane.
         Al momento il mercato dell’arte figurativa mette a disposizione opere
di ottima qualità a condizioni non immaginabili fino a poco più di un anno fa.
Alla Galleria Bolzani, sono disponibili opere d’arte di qualità proposte 
a quotazioni vantaggiose.
          I locali di via Morone sono accessibili rispettando le regole in vigore 
E con la possibilità di trovare opere che possono ancora emozionare.
         Ogni iniziativa da parte vostra sarà accolta con estrema attenzione.
Pin It

Viaggio nell'Arte

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano