Chiusura 04/11/2017
di Marta Lock
atardiAppare così l’artista salernitano protagonista della mostra alla VS Arte, sfuggente a ogni definizione, impossibile da collocare in uno stile definito ma al tempo stesso riconducibile a tecniche che appartengono a diverse correnti pittoriche: dal Neorealismo al Surrealismo, dall’Espressionismo al Quadraturismo, soprattutto la rivisitazione attualizzata di quest’ultimo è evidente nell’uso della prospettiva.
via Appiani 1, Milano mappa
Inaugurazione 22/09/2017
 
galleria fotografica
Appare così l’artista salernitano protagonista della mostra alla VS Arte, sfuggente a ogni definizione, impossibile da collocare in uno stile definito ma al tempo stesso riconducibile a tecniche che appartengono a diverse correnti pittoriche: dal Neorealismo al Surrealismo, dall’Espressionismo al Quadraturismo, soprattutto la rivisitazione attualizzata di quest’ultimo è evidente nell’uso della prospettiva.

Tanto indefinibile l’artista quanto fuori dagli schemi i suoi ultimi lavori suddivisi tra la serie Displaced (Fuori posto) e Blend (Miscuglio), entrambi rappresentativi di una società che cambia, che non ha più confini, che sinergizza e si contamina, più o meno consapevolmente, generando nuove realtà che possono spaventare ma anche rassicurare.

La caratteristica dei dipinti in mostra alla VS Arte è proprio questa, quella di poter essere interpretati dall’osservatore proprio nel loro messaggio più profondo, più nascosto; laddove infatti Accardi posiziona nei dipinti animali come gli struzzi e i rinoceronti, per lui simbolo di distruzione e di minaccia al patrimonio del passato, dall’altro però la loro presenza all’interno delle scene descritte, avvicinati ai protagonisti o ai dipinti antichi riprodotti, possono invece dare l’impressione di voler proteggere e vegliare.

Il gioco tra la storia, il momento presente, il fuori posto degli animali, che normalmente sarebbe impensabile trovare tra l’asfalto delle città, e l’inserimento di elementi comici ma anche infantili come i Minions, quasi a voler suggerire la presenza del futuro che verrà, caratterizza invece la serie Blend e rappresenta in tutte le sue sfaccettature una contemporaneità dove il mondo è globalizzato, le persone si sono abituate, loro malgrado, a un cambiamento a volte indesiderato ma necessario al progresso dell’umanità. Questo essersi abituati a ciò che non c’era, accostato invece a ciò che da sempre c’è, lascia i protagonisti delle immagini a volte indifferenti, a volte assuefatti, altre rassegnati a vedere una trasformazione radicale quanto epocale, in cui la convivenza diviene accettazione, in cui nuove presenze sembrano invadere ma poi in realtà si adeguano, così come il rinoceronte si siede di fronte a un dipinto di Rembrandt, sonnecchiando calmo quasi a voler vigilare sul simbolo di un passato artistico che non potrà mai scomparire nel presente, nonostante i cambiamenti, nonostante tutto. Tanto quanto gli struzzi che si aggirano con le loro lunghe zampe all’interno di musei non tanto per distruggere quanto forse per esplorare e poi proseguire la loro corsa verso l’esterno, tra le vie della città.

Accardi ha alle spalle un lungo curriculum artistico, iniziato subito dopo gli studi all’Accademia di Belle Arti di Napoli e proseguito con numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero, dove attualmente ha collezionisti e galleristi che espongono le sue opere: la Bel Air Fine Art di Ginevra, la Ransom Art Gallery di Londra, la Zenzero Art Gallery di Lugano, la Avant Gallery di Miami, la Eden Gallery di New York e la Rose & King Galleries di Londra. Impossibile non approfittare dell’occasione di conoscere questo grande artista proprio a Milano.

ANGELO ACCARDI: LOST AND FOUND
VS Arte
via Appiani 1, Milano
dal 22/09 al 04/11/2017

ORARI
dal martedì al sabato dalle 15:30 alle 19:30

Ingresso gratuito

CONTATTI
VS Arte
Tel.: 335-8004220
[email protected]
www.vsarte.it
 
Angelo Accardi: visioni fuori dagli schemiPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

Genova: l'incanto di un presepe in marmo del '400

di Stefano Pariani
In periodi di festività come questo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla

di Stefano Pariani  Nei giorni d'estate come questi, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani Non di rado il termine “stupore” [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Correva l'anno 1487 quando, secondo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Simbolo dell'epoca comunale e della [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

C'è una fervida creatività che [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

L'immagine del treno e della sua [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

La storia di Milano – le pagine [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

galleria fotografica La chiamavano [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

redatto da Stefano Pariani: Appena fuori dall'abitato [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

galleria fotografica

Ci sono luoghi, a volte nemmeno [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto