GTranslate

 

 

Asta al miglior offerente. Dall'arte antica a Picasso. In arrivo quattro giornate di vendita da Babuino a Roma, dall'arte antica all'arte contemporanea, dall'archeologia agli argenti. Oggi, 15 gennaio, apre l'esposizione in via dei Greci 2/A

Tra il 19 e il 22 gennaio andranno all'incanto da Babuino a Roma oltre novecento lotti tra dipinti antichi e arredi del XIX, arte moderna e contemporanea, gioielli, argenteria e collezionismo.  La particolarità di quest'asta di inizio anno è che le opere sono proposte ad offerta libera, ovvero rivolte al miglior offerente. Il catalogo si presenta ricchissimo di lotti che spaziano dall’antico al moderno, dall’arte contemporanea agli oggetti da collezione, dagli argenti ai gioielli.

 

Nella tornata di martedì 19 si comincia con l’archeologia per passare ai dipinti e arredi antichi. Uno stemma amerino in marmo, proveniente dall'Umbria del XVI secolo -scolpito con vaso fogliato, tre stelle e testa di armigero superiore, con cornici a volute e riccioli - è stimato dagli esperti della maison a 800-1200 euro. Molto bella una coppia di grandi sculture da giardino di inizio XX secolo in metallo a patina verde, raffiguranti due sagittari. Sono in posa classica guarnite da elementi mitologici. Provengono da una villa nei pressi di Roma e quotano 1.500-2.000 euro.

Per i dipinti si segnala  il "Ritratto di Maria Virginia Borghese" attribuito a Jacob Ferdinand Voet (Anversa 1639 - Parigi 1689), un olio su tela, cm. 74,5 x 61 stimato 4-6 mila e scelto come copertina del catalogo. Proviene da una famiglia napoletana il grande olio "Paesaggio roccioso con figure" al lotto 151 stimato 2-3 mila euro e attribuito al grande protagonista del paesaggismo classicista del XVII secolo, Gaspard Dughet. Tra gli arredi si segnala un raro trumeau in ulivo, Verona inizio XX secolo di stile settecentesco, con filettature in acero. La parte superiore è a due sportelli con specchi incisi a motivi di figurini.

Nella seconda tornata sono esitati dipinti e arredi del XIX secolo. Si segnalano il lotto 367, "Fiori presso una toletta" di un pittore Italiano degli inizi XX secolo (Olio su tela, cm. 51 x 38) e il lotto 427, un tavolo circolare in mogano degli inizi del XIX secolo con piano in granito bianco e nero.

La terza tornata è dedicata all’arte moderna e contemporanea. Anche in questa sessione non mancano cicche d'autore. Una litografia (seconda matrice) di Pablo Picasso (Malaga 1881 - Mougins 1973) raffigura un "Ritratto di donna" del 1960  sarà aggiudicata al migliore offerente. E' stata realizzata dalla stamperia Il Bisonte di Firenze, trasferendo la prima matrice, tirata in 100 esemplari, su una nuova matrice e realizzando una seconda tiratura di 600 esemplari, 400 in numeri arabi, 100 in numeri romani e 100 siglati E.A. Stima 600-800 euro un dipinto di Nikos Kessanlis "Composizione astratta" del 1956. E' una tecnica mista su cartone, cm. 30 x 40.  Di Enzo Benedetto (Reggio Calabria 1905 - Roma 1993) è in catalogo un "Senza titolo", una tempera su cartoncino, cm. 41 x 61 presentata a 300-400 euro.

Nella quarta e ultima tornata spiccano una coppia di lampade da terra in metallo brunito, del X secolo e una acquasantiera in argento, probabilmente dello Stato Pontificio del XIX secolo interamente sbalzata a motivi vegetali con al centro l'icona di Sant'Antonio da Padova con volto di cherubino superiore

L’asta sarà anche trasmessa in streaming e si potrà partecipare attraverso le piattaforme di online bidding “Astebabuino” - “Invaluable” e “The Sale Room”.

Ricordiamo che fino al 19 gennaio è in corso anche l'asta a tempo di "Libri antichi, libri d’arte e stampe. Edizioni dal XVI secolo, letteratura varia, incisioni, edizioni banche". Tra le proposte una grande collezione di libri d’arte assolutamente irripetibile proveniente da un unico collezionista che per tutta la vita ha collezionato volumi d’arte.

Pin It

Le interviste del Direttore

“Baci rubati, Covid 19”, l'arte di Galliani
A cura di Francesca Bellola

Il pittore di fama internazionale si racconta: l'infanzia,...

Read more ...
Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Read more ...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Read more ...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Read more ...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Read more ...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Read more ...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Read more ...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Read more ...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Read more ...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Read more ...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Read more ...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Remember Me

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano