GTranslate

 

Ironiche Intrusioni

artisti costruttori di pace
Chiusura 10/09/2020
Da venerdì 4 settembre a giovedì 10 settembre 2020, presso la Galleria ART G.A.P., in Via San Francesco a Ripa 105/a, Roma, Ironiche Intrusioni, personale di Maurizio Rapiti, a cura di Federica Fabrizi.
Via di San Francesco a Ripa 105/a mappa
Inaugurazione 04/09/2020
La galleria Art Gap in partnership con l’organizzazione culturale ASREA, dal 4 al 10 settembre 2020, ha il piacere di presentare Ironiche Intrusioni personale di Maurizio Rapiti, vincitore della sezione pittura, del primo Concorso d’Arte ASREA, svoltosi nella Sala Nagasawa ex Cartiera Latina dall’11 al 20 Ottobre 2019. La mostra verrà inaugurata il 4 settembre 2020 alle ore 17:00.
Maurizio Rapiti trae ispirazione da celeberrimi dipinti della storia dell’arte, modificandone le trame originali con delle intrusioni ironiche. L’artista sceglie di reinterpretare in chiave moderna i capolavori del passato. L’idea di questo filone di opere si lega soprattutto alla sua formazione artistica: inizialmente Rapiti si approccia alla pittura imitando e copiando i grandi capolavori dell’arte classica, avendo avuto come maestro un esperto copista. Questo, oltre che a formarlo tecnicamente, lo ha portato negli ultimi anni a sviluppare questa serie di opere, che non vogliono essere una provocazione, ma un tributo all’arte dei grandi maestri del passato.
È una serie pop realizzata con un linguaggio diretto e comprensibile a tutti. Alcune opere sono realizzate a quattro mani, insieme all’artista Giancarlo Montuschi. Ad una lettura superficiale le opere possono sembrare un piacevole intrattenimento con una funzione propedeutica, ma in realtà ci sono altri aspetti dietro lo studio e la realizzazione di ogni singola opera. Infatti, questa serie vuole essere anche una riflessione su cosa vuol dire per “un’opera d’arte” diventare “icona”, entrare nell’immaginario collettivo. Per questo nelle sue reinterpretazioni i soggetti si trovano spesso ad interagire con altre “icone” legate ad un altro immaginario di natura contemporanea. Ecco che al San Girolamo troviamo in mano il lecca lecca per antonomasia (chupa chups), mentre il Davide si ritrova con “le Golia” al posto della “testa di Golia”. Questi dipinti vengono quindi contemporaneizzati, spesso con elementi anacronistici che creano questo contrasto tra classico e moderno. In queste reinterpretazioni non ci sono intenti polemici o dissacratori, è un gioco virtuoso, che spesso diventa uno stimolo all’osservazione e allo studio dei rimandi e dei riferimenti che inserisce nel dipinto.
Maurizio Rapiti nasce a Sansepolcro nel 1985 e si forma artisticamente presso lo studio del padre Giovanni, copista d’eccellenza, specializzato in falsi d’autore. Ispirato dalle creazioni artistiche paterne, orientate principalmente al Seicento, Rapiti ne segue le orme improntando la sua formazione sulla scia dei maestri classici e moderni e volgendo la sua attenzione a uno studio accurato del paesaggio naturale. L’artista ha ricevuto già molti riconoscimenti tra cui spiccano il Premio Paola Occhi, a Ferrara nel 2014, ed il Premio Cascella nel 2015. Attualmente l’artista vive e lavora in Umbria, a Città di Castello al confine con la Toscana, e le sue opere talvolta eseguite su commissione, sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private in varie città d’Italia.

Tipologia: Mostra personale
Curatore: Federica Fabrizi
Artista: Maurizio Rapiti
Inaugurazione: venerdì 4 settembre 2020 ore 16.30
Date: da sabato 4 settembre a venerdì 10 settembre 2020
Luogo: ART G.A.P. Gallery (ROMA)
Indirizzo: Via San Francesco a Ripa, 105/a, 00153, Roma, RM
Orari: lun.– sab. dalle 16.00 alle 19.30; domenica chiuso
Telefono: 06.9360201
E-mail: [email protected]
Sito ufficiale: www.artgap.it
Facebook: ART GAP
Instagram: Art_GAP_Gallery

È consigliata la prenotazione telefonando ai numeri 069360201 e 3934498680 oppure via email al seguente indirizzo [email protected] Infine è possibile utilizzare il pulsante di prenotazione nella pagina Facebook di Artgap.
 
Ironiche IntrusioniPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

“Baci rubati, Covid 19”, l'arte di Galliani
A cura di Francesca Bellola

Il pittore di fama internazionale si racconta: l'infanzia,...

Leggi tutto...
Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano