GTranslate

 

Tarshito in Corea. Tarshito falls in love with Corea

artisti costruttori di pace
Chiusura 17/09/2019
Tarshito va in Corea nel monastero buddista Bomunsa. E’ lì che si compie l’ultima tappa rappresentativa del rotolo del Viandante innamorato, una tela grezza che abbraccia i popoli di culture figurative e spirituali diverse (di cui ho precedentemente esposto le ragioni e le concause, cfr., Tarshito falls in love with Perù, Istituto italiano di cultura, Lima, Perù, catalogo della mostra a cura di Vanessa Maggi; Eadem, https://okarte.it/index.php/185-artisti-ok-arte-homepage/56836-tarshito-il-sentiero-del-viandante-innamorato-56836), per propagare un messaggio di impellente unità al mondo e all’uomo. Leggi l'articolo di Vanessa Maggi.
Citizens Gallery. Comune di Seoul. mappa
Inaugurazione 03/09/2019
Tarshito in Corea. Tarshito falls in love with Corea
Recensione di Vanessa Maggi
Dove : Citizens Gallery. Comune di Seoul.
Organizzatori: Istituto italiano di cultura di Seoul. Fondazione per le arti e la cultura Seoul.
Quando: 3-17 -09-2019
url foto: http://www.specialetarshito.eu/mostra-seoul-corea-del-sud-2019/
url sito: http://www.specialetarshito.eu/performances/

Tarshito va in Corea nel monastero buddista Bomunsa. E’ lì che si compie l’ultima tappa rappresentativa del rotolo del Viandante innamorato, una tela grezza che abbraccia i popoli di culture figurative e spirituali diverse (di cui ho precedentemente esposto le ragioni e le concause, cfr., Tarshito falls in love with Perù, Istituto italiano di cultura, Lima, Perù, catalogo della mostra a cura di Vanessa Maggi; Eadem, https://okarte.it/index.php/185-artisti-ok-arte-homepage/56836-tarshito-il-sentiero-del-viandante-innamorato-56836), per propagare un messaggio di impellente unità al mondo e all’uomo.
In Corea, con la pittrice Son Oe Ja, maestra d’arte colta e tradizionale, che si mesce talvolta con le più disparate culture contemporanee, si satura l’ultimo lembo della tela, che si conclude con una danza vivace appartenente alla storia locale.
L’esposizione coreana dal 3 al 17 settembre 2019, vuole porsi, così come le altre già percorse in altri paesi, come “ponte” tra Corea e Italia, le quali sagome immaginarie si abbracciano in un afflato totalizzante per ricrearsi in una nuova e inusitata geografia; lì i confini geografici si annullano e si coagulano in nuova forma.
Ruotano attorno all’esposizione del rotolo dipinto, varie altre opere su tela di grande lirismo. Con Son Oe Ja gli alberi magici si rivestono di vasi accoglienti, mentre dai rami sbocciano pesci sacri che risuonano al tintinnio dei campanelli. Con tratto delicato, a china, acquerello, foglia d’oro e carboncino, le farfalle, i fiori, i volatili e tutti gli animali e i monti sacri alla tradizione coreana “danzano”, liberandosi dalla materia per rivitalizzarsi in una poetica e vibratile compartecipazione con gli alberi, i guerrieri, i pesci e i vasi di Tarshito. L’unione dei due mondi artistici non poteva essere più felice, nel conglobarsi fino a sfumare i contorni dell’uno nell’altro, all’unisono seguendo il linguaggio surreale di Tarshito.
In questi anni turbolenti di migrazioni e scissioni, sia religiose sia politiche sia culturali, l’apparente anacronismo di Tarshito si concretizza in maniera pressante. Così quel dispaccio di mescolanza tra i popoli e i paesi si agglomera nelle carte geografiche che raccordano utopicamente mondi lontani azzerandone i confini politici e geografici, si articola poi nei “cammini” immaginati di genti diverse sui confini del mondo immaginato - immaginario, si riverbera nel mondo, con le culture ora sciamanico- animiste, ora politeiste, monoteiste, zen, buddiste...
La globalità di Tarshito non è globalizzazione livellante, ma unione simbiotica mistica e reale al tempo, di tutte le popolazioni umane. Alla ricerca del sacro, percorre le tappe di un sentiero simbolico, nella tela, che si attualizza, nella pratica, nella visita ai monasteri e ai luoghi sacri cari a diverse culture del mondo, sino ai villaggi di comunità tribali ai confini del pianeta, e si fa ricerca antropologica. Con il sostegno dei suoi “maestri spirituali” raggiunge pensieri diversi e da loro riceve linfa nuova, eppure, come afferma, da sempre conosciuta all’uomo, “…insita in ogni esser umano, parte di ognuno che aspetta soltanto di emergere e rifiorire, ovunque ci si trovi nel pianeta”. In un’unica missione che si configura tuttavia in selezionate tappe, grida adesso: “una sola terra, una sola umanità!”
Di Vanessa Maggi
[email protected]

 
Tarshito in Corea. Tarshito falls in love with CoreaPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Margherita Pavoni
Il luogo senz'altro più affascinante di Bergamo Alta è la piazza Vecchia con i suoi portici e la piazzetta della Basilica di Santa [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Milano: storia di una chiesetta dimenticata e imbrattata

di Stefano Pariani
Sono in molti a Milano a conoscere la Chiesa di Sant'Antonio da Padova, nelle adiacenze del Cimitero Monumentale, luogo che raccoglie [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Other Articles

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph