GTranslate

 

Home

Home http://www.okarte.it
Chiusura 11/03/2018
Images and visuals by Michel Granger
Music by William Valoti, Shield and Robytek
Live by Clockbeats
via Milano,49 Brescia mappa
Inaugurazione 11/03/2018
DOMENICA 11 MARZO 2018
PRESSO
Via Milano, 49
Brescia
dalle 19.00
Home
(Music Art Culture)
Images and visuals by Michel Granger
Music by William Valoti, Shield and Robytek
Live by Clockbeats

Domenica 11 Marzo, a distanza di due anni, ritorna 'HOME’. un concetto di party completamente nuovo, che sta riscuotendo grossi consensi soprattutto all’estero. 'Home' è uno spazio per la musica, l'arte e la cultura !
Un ambiente unico di aggregazione culturale, HOME coinvolge persone che con passione seguono l'arte e la musica e che ne hanno fatto una ragione della propria esistenza. Persone che hanno rivoluzionato il modo di pensare e che con la loro esperienza sono oggi dei punti di riferimento. Installazioni, esposizioni interattive, arte moderna, futurismo ma anche uno sguardo al passato per vivere meglio il futuro. Il nostro obiettivo è quello di rendere l’arte dinamica per renderla accessibile alle nuove generazioni. Tutto questo unito a live e dj set con musica di altissima qualità. Arte visiva e musica creeranno insieme una grande sinergia e il pubblico si sentirà coinvolto e parte integrante di questo unico spettacolo.
Dopo aver ospitato le proiezioni di Emil Schult (che ha creato i disegni grafici per le copertine dei Kraftwerk) e Mick Haggerty (graphic designer di David Bowie e The Rolling Stones), il terzo appuntamento vede protagonista un altro grande Artista, Michel Granger, e le proiezioni dei suoi lavori e delle sue opere, immagini sono state selezionate personalmente dall'artista per la serata di Brescia.

Michel Granger è un artista francese di fama mondiale, famoso per i suoi dipinti, ma soprattutto per aver realizzato le copertine di 'Oxygene’ e 'Equinox’, album seminali di Jean-Michel Jarre, uno dei pionieri della musica elettronica, che hanno venduto più di 20 milioni di copie.
Nato nella cittadina francesce Roanne il 13 ottobre 1946. Dopo una prima esperienza professionale come designer di mobili, Michel si laurea alla Beaux-Arts di Lione e si trasferisce a Parigi nel 1969. La sua notorietà arriva molto rapidamente dal 1975 al 1985, la sua arte lo porta in giro per il mondo: Stati Uniti, Colombia, Giappone, Germania, Polonia. Fondamentale è l’incontro con il musicista e compositore Jean-Michel Jarre, che rimane affascinato dal suo lavoro.
Michel si definisce un artista visivo, un artista creativo di sogni …La sua rivoluzione artistica ruota attorno alla terra, a questa famosa sfera blu che è diventata l'emblema del suo lavoro. Affascinato da questo globo in sospensione, e sensibile ai problemi ecologici, Michel offre una moltitudine di immagini del nostro pianeta in costante evoluzione, collegate al suo modo di guardare l'umano, la vita. La sua frase "Non dobbiamo uccidere la terra, non sapremo dove seppellirla" è famosa.
Il lavoro di Granger è implementato artisticamente in varie forme, inclusi i francobolli per le organizzazioni internazionali UNO e UNESCO. Il massacro di Tiananmen del 1989 è stato un evento che ha avuto un impatto speciale sul suo lavoro. Granger ha iniziato a dipingere con i carri armati come segno di protesta. Nell'anno 2015 Michel Granger inizia con "Herbarium". Un progetto artistico in cui l'artista lavora con tronchi, ramoscelli e un rullo compressore. Il ciclo rappresenta un ulteriore sconvolgimento artistico, perché qui il pittore pone il tema della deforestazione al centro del suo lavoro.
Le sue opere raggiungono una grande profondità grazie ai materiali utilizzati e ad una tecnica sorprendente di sovrapposizione di strati di collage e al loro senso di lettura.

L’evento inizierà alle ore 19 presso Laboratoriolanzani, in Via Milano 49 a Brescia, un posto in cui la creatività si manifesta liberamente. Qui si respira ancora l’aria del laboratorio, quello in cui la vera protagonista è la sperimentazione. Un ambiente stimolante, uno spazio permeato da arte e creatività, dove niente è fisso e tutto asseconda il mutamento fino alla cucina e al ristorante, dove ogni dettaglio riceve l’attenzione che merita. Durante la serata verrà inoltre presentata, con un live dimostrativo, l’applicazione Jam, ideata dal team di Clockbeats e che sta avendo un grosso successo tra i giovani.
L’ingresso è libero e la prima consumazione obbligatoria. Data la limitata capacità del locale consigliamo di confermare la partecipazione fornendo i vostri dati sul sito http://www.spaceho.me/


https://www.facebook.com/spacehome1
http://www.granger-michel.com/
http://www.laboratoriolanzani.it/
 
Home Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Margherita Pavoni
Il luogo senz'altro più affascinante di Bergamo Alta è la piazza Vecchia con i suoi portici e la piazzetta della Basilica di Santa [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Milano: storia di una chiesetta dimenticata e imbrattata

di Stefano Pariani
Sono in molti a Milano a conoscere la Chiesa di Sant'Antonio da Padova, nelle adiacenze del Cimitero Monumentale, luogo che raccoglie [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Other Articles

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph