GTranslate

 

OGR Torino, spazi industriali per le Arti come protagoniste

officine grandi riparazioni
 
di Clara Bartolini
Per chi non lo sapesse ancora OGR, ovvero Officine Grandi Riparazioni, compie due anni, con 500 mila visitatori, 200 tra artisti e musicisti, 20 mostre, 70 concerti e oltre 90 appuntamenti del Public Program al suo attivo, ha grandi progetti.
sedi varie
 
Per chi non lo sapesse ancora OGR, ovvero Officine Grandi Riparazioni, compie due anni, con 500 mila visitatori, 200 tra artisti e musicisti, 20 mostre, 70 concerti e oltre 90 appuntamenti del Public Program al suo attivo, ha grandi progetti. Le ex catene di montaggio Fiat, recuperate e trasformate in polo museale grazie a Fondazione CRT, Cassa Risparmio Torino, da simbolo industriale della città, ne diventano meta per appassionati delle Arti e non solo, e restituiscono alla città un patrimonio culturale importante. Un ecosistema culturale aperto al mondo, che ha creato sinergie con differenti realtà già al suo esordio. Le Centre d'Art Contemporain Genève, il British Council del Regno Unito, "la Caixa" Foundation di Barcellona, la Tate Modern di Londra, il Puskin Museum XXI di Mosca, sono le prime, e l'elenco si allungherà col tempo, visto il progetto ambizioso e gli obbiettivi importanti che il Direttore Generale Massimo Lapucci, il Presidente Fulvio Gianaria e il Direttore Artistico Nicola Ricciardi,tutti uomini OGR, si sono dati. Ne è nato un vasto programma per la stagione 2019/2020 che aprirà i battenti il 26 settembre per 4 giorni.

Performance del duo MASBEDO, visite gratuite alla Biennale dell'Immagine, presentazione del volume Museum at the post Digital Turn in collaborazione con AMACi per cominciare e, attraverso le collaborazioni con istituzioni straniere, sul palco vi saranno Fatima Al Qadiri, Ninos Du Brasil, il DJ Nigga Fox e Kode 9 e molto ancora. Per la settimana dell'arte 2019 in contemporanea ad Artissima, avranno inizio dal 28 ottobre due grandi mostre personali e le rinnovate collaborazioni con Artissima e Club To Club. Il Binario 1 ospiterà la mostra di Monica Bonvicini e il Binario 2 quella del brasiliano Mauro Restiffe. Nel 2020 grandi mostre site specific degli artisti Paglen, Stockolder, Abakanowicz e Gabellone. Il binario 2 conferma la propria natura di laboratorio con il progetto New Urban Body, un progetto di Fondazione Housing Sociale dal 10 gennaio. Dal 21 febbraio Dancing is wat we make of falling, a cura di Samuele Piazza e Valentina Lancinio in collaborazione con British Council.

In primavera verrà proposto Moon & Beyond progetto di Crossmedia Group e in autunno MASBEDO a cura di Alessandro Rabottini e Valentina Lacinio, in collaborazione con Pushkin Museum XXI Mosca. Inutile dire che verranno proposte al pubblico altre mostre, spettacoli, simposi, attività didattiche, dalla sezione OGR Cult. Dopo questa veloce ma ricca panoramica sui progetti OGR, non resta che tenere d'occhio questa intraprendente realtà che si prefigge di divenire il centro culturale più prestigioso della città di Torino. Da vedere.
 
OGR Torino, spazi industriali per le Arti come protagoniste Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Margherita Pavoni
Il luogo senz'altro più affascinante di Bergamo Alta è la piazza Vecchia con i suoi portici e la piazzetta della Basilica di Santa [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Milano: storia di una chiesetta dimenticata e imbrattata

di Stefano Pariani
Sono in molti a Milano a conoscere la Chiesa di Sant'Antonio da Padova, nelle adiacenze del Cimitero Monumentale, luogo che raccoglie [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Other Articles

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph